Close

Questo sito utilizza cookie. Maggiori informazioni nella nostra Privacy Policy.

Trasferta sottotono a Mortara

Da Mortara, domenica 17 marzo 2013, non sono arrivati i risultati attesi dalla Società Ginastica Atesina.

Il tanto atteso appuntamento, che vedeva impegnate le ginnaste della serie B , non ha purtroppo portato i frutti sperati.
Ginnaste e tecnici sono infatti rientrati, dopo il confronto con le 27 migliori società del nord Italia, con soli 122 punti non sufficienti per accedere alle fasi nazionali.
Il sogno sfuma e si torna a lavorare puntando i prossimi obiettivi.

 

I tecnici Antonio Presutti, Liljana Dimitrova, Katia Menestrina e Giulia Francesconi sono unanimi nel lodare comunque le loro ginnaste Valeria Mion, Elisa Cardinale, Sarah Dalla Mura, Giulia Beretta e Valentina Francesconi, sempre presenti durante gli allenamenti e mai arrendevoli malgrado i sacrifici e le difficoltà.

Antonio Presutti, responsabile del settore GAF, si fa però portavoce nel disapprovare la cattiva gestione delle autorizzazioni del Palasport di via Resia a Bolzano, unica struttura attrezzata per ospitare gli allenamenti della ginnastica artistica.
Ci si chiede infatti se una migliore organizzazione avrebbe potuto evitare le sempre più frequenti sospensioni degli allenamenti, per dare spazio ad attività spesso poco inerenti lo sport.
Rimane un grande dubbio quindi: se, nella settimana decisiva di rifinitura della preparazione, la squadra dell’ Atesina nelle giornate di lunedì, martedì e mercoledì si fosse potuta allenare sugli attrezzi invece di essere obbligata a fermarsi, la tanto attesa competizione avrebbe potuto avere un altro esito?

E adesso che altre sospensioni ci attendono ( per offerte logistico-organizzative insostenibili), i prossimi tornei di alto livello che vedranno impegnate le allieve dell’Atesina in campo interregionale e nazionale, subiranno la stessa sorte?
Tecnici e ginnaste non si danno per vinti e, nel limite delle possibilità che vengono loro date, si impegneranno ad ottenere il massimo.
Circa 500 persone anno assistito al 1° Trofeo GpT che si è svolto nello stesso giorno al Palasport di via Resia a Bolzano. 161 atleti partecipanti di varie Società altoatesine si sono esibite nei vari settori GR, GAF, GAM e Gymgiocando. Concentrazione, impegno e spesso emozione sono le espressioni più evidenti che hanno caratterizzato la gara . In un campo ben attrezzato e distribuito dai collaboratori della Società Atesina (organizzatrice dell’evento) si sono articolate , oltre alla Società organizzatrice, SSV Bozen, SC Merano, SV Lana,  SSV Bressanone. L’evento si è concluso con la proclamazione dei vincitori per ogni categoria e le relative premiazioni, con gioia e soddisfazione di tutti i piccoli e grandi partecipanti e il  tifo dei parenti e amici che,armati di tablet, videocamere e fotocamere, hanno animato la platea del Palasport.

 

I nostri sostenitori

       

Area riservata